Fase tre: avanti senza sosta

E sono arrivato a settembre. Settembre è il mio mese, il mese in cui sono nato ed il mese in cui compio gli anni tutti gli anni. Anche nel mese del mio compleanno il mio progetto non si ferma, va avanti senza sosta verso la meta che è ancora molto lontana ma comincia ad avvicinarsi piano piano. Sono sempre in FASE TRE, la fase delle registrazioni, la fase in cui tutto è bello e tutto è brutto un minuto dopo, un’ora dopo, il giorno dopo. Tutto può succedere, si correggono gli errori di scrittura e di partitura, si cambiano accordi che provocano delle dissonanze fastidiose (esistono anche dissonanze armoniose). Provo e riprovo le parti di chitarra, ritmiche e soliste, la mia mano è abbastanza inchiodata ma piano piano facendo esercizi si sta sciogliendo e stà acquistando la velocità che mi permetterà (lo spero!) di eseguire i fraseggi da me scritti. Ho preso in mano il basso per la prima volta ed ho cominciato a creare dei “giri”, suonare il basso è difficile, suonarlo bene è molto difficile. Passo il giorno a cambiare corde alle chitarre e al basso, provo e riprovo parti di tastiera e sempre con la tastiera provo e riprovo parti di altri strumenti fino a quando non suonano esattamente come dico io. Molte volte cancello e rifaccio tutto regolando molto bene i volumi di registrazione e i vari effetti usati per lo strumento da registrare. I microfoni catturano tutti i suoni che mi circondano e questo mi infastidisce molto, non ho una sala dedicata per le registrazioni microfoniche e devo sempre escogitare qualcosa per far si che il microfono catturi solo quello che deve. Durante la mattina faccio esercizi e i riascolti mentre durante il pomeriggio e fino a sera produco. Durante la notte faccio ricerca e riascolto in cuffia il lavoro del giorno. Che dire, la macchina è ormai in movimento ed è impossibile fermarla, sono in FASE TRE e avanzo senza sosta ora dopo ora, giorno dopo giorno, mese dopo mese. Fortunatamente questo è un periodo buono per me e ho un sacco di idee che mi girano nella testa, cosa verrà fuori a lavoro finito non lo so e non mi interessa saperlo in questo momento o meglio in questa fase, più avanti quando mi dedicherò alla fase del mastering mi renderò conto di quello che verrà fuori. Per adesso ho solo voglia di trasformare in tracce audio quello che ho concepito e scritto e che mi risuona ogni giorno dentro la testa. Durante questa FASE TRE faccio tante telefonate a miei amici musicisti per chiedere consigli su come procedere per questo e per quello, domani mi incontro anche con Marco Chiussi, un fonico di Correggio che mi sta aiutando a capire i meccanismi infernali di Logic Pro X. In questo mese mi sono concesso anche qualche giorno di vacanza con la mia amata Margherita che mi supporta e mi “sopporta”, ci sono alcuni giorni in cui si sorbisce dei loop di batteria per ore e ore!!! Margherita è un angelo, il mio angelo. Va be, come avrete capito il mio progetto va avanti senza sosta, anche se il lavoro è ancora tanto e difficile. Adesso vi saluto e ci risentiamo tra un mese esatto, io con un anno in più (voi non lo so) e con ancora tanta voglia di musica e di creare musica. Io amo la musica e vivo per la musica. Come dico spesso la musica salverà il mondo, ne sono convinto.

 

adrianomaria
Ho sempre ascoltato musica senza preclusioni di genere, mosso solo dall’entusiasmo e dalla curiosità di conoscere, scoprire, andare oltre. Etichette e classificazioni non mi hanno mai limitato nella scelta, le ritengo necessarie solo per catalogare e “mettere a scaffale”. Adriano Maria classe 1965. Autore, compositore, musicista, dj. Nel 2016 autore/compositore dell'album ZeroVenticinqueCinquanta su etichetta IRMA Records. L'uscita del nuovo album è prevista per il 24 Settembre 2019 su tutti i digital store ed in seguito su cd in 100 copie sempre su etichetta IRMA Records. Stay tuned, yo!!!
Bassi
Batterie