Fase tre volge quasi al termine

Sono arrivato al 01 dicembre 2014 e come da anni ormai sono qui a scrivervi sul mio nuovo progetto che è ancora in FASE TRE, la fase più lunga, quella delle registrazioni. Anche durante il mese scorso mi sono dedicato tanto a suonare e a registrare cose, a registrare idee che avevo in testa e che avevo creato durante i lunghi mesi passati. Proprio adesso mentre sto scrivendo questo post sto riascoltando in cuffia uno dei pezzi che ho scritto e che mi piace molto. Sono completamente e costantemente immerso nella musica,  che potrei definire senza schemi e senza generi, per me la musica è una cosa semplicemente fantastica in quanto puoi crearla a tuo piacimento e senza necessariamente stare dentro qualche schema. Avete presente il vocabolario della lingua italiana? Ecco, il vocabolario è una raccolta enorme di parole verbi, aggettivi, ecc… che servono per creare delle frasi di senso compiuto e grammaticalmente corrette. Allo stesso modo io uso le note, uso quelle sette note (o 12 per qualcuno) per creare la mia musica che non necessariamente ha una collocazione in un determinato genere. Quando io creo un pezzo parto per un viaggio senza meta e non so mai come finirà, magari parto con un’idea e a metà lavoro cancello tutto e riparto con tutt’altra cosa e con un nuovo viaggio. Sapeste quante volte l’ho fatto !!! La musica, e si la musica che mi accompagna ormai da circa 25 anni dalla quale non sono mai stato abbandonato e che io non ho, mai abbandonata. Le mie chitarre, che suono senza conoscere minimamente le note che faccio (adesso qualcuna ho imparato a conoscerla), mi trasmettono energia e mi fanno dimenticare le cose brutte della vita e del mondo. Quando sento un basso che si incastra perfettamente in un beat potrei stare ore ed ore ad ascoltarli (lo faccio spesso!) quando riesco a comporre un fraseggio che mi piace lo ripeto talmente tante volte che alla fine non mi piace quasi più! Ecco, questo è quello che sto vivendo da più di 2 anni e da solo dentro la mia piccola stanza dei bottoni, io e le mie chitarre, un basso, tanti dischi, 2 ruote d’acciaio, una tastiera che mi serve per creare le altre parti strumentali, qualche microfono e tante idee per la testa che piano piano sto trasformando in brani veri e propri. Il lavoro è ancora lungo ma sta avanzando molto bene e sinceramente sono in anticipo sulla tabella di marcia che mi ero prefissato all’inizio di tutto il progetto e sono soddisfatto del risultato ottenuto fino a questo momento. Ok, adesso vi lascio e vi do appuntamento tra un mese, dove spero di comunicarvi l’ingresso in FASE QUATTRO ovvero la fase dei riascolti e della scelta dei suoni.

 

adrianomaria
Ho sempre ascoltato musica senza preclusioni di genere, mosso solo dall’entusiasmo e dalla curiosità di conoscere, scoprire, andare oltre. Etichette e classificazioni non mi hanno mai limitato nella scelta, le ritengo necessarie solo per catalogare e “mettere a scaffale”. Adriano Maria classe 1965. Autore, compositore, musicista, dj. Nel 2016 autore/compositore dell'album ZeroVenticinqueCinquanta su etichetta IRMA Records. L'uscita del nuovo album è prevista per il 24 Settembre 2019 su tutti i digital store ed in seguito su cd in 100 copie sempre su etichetta IRMA Records. Stay tuned, yo!!!
Bassi
Batterie