Continua la fase cinque: mixaggio pezzi

Era il 01 febbraio 2013 quando ho cominciato questa mia nuova avventura, questa mia nuova sfida con me stesso, questo mio nuovo progetto. Oggi è il 01 maggio 2015 e sono passati 2 anni e 3 mesi da quando ho cominciato il lavoro. Un’eternità. E’ incredibile come passa il tempo e come è semplice sprecarlo senza produrre niente, io mi sono accorto di questa cosa o sto capendoperché da quando ho iniziato questo mio nuovo progetto scrivo su questo blog esattamente ogni primo giorno di ogni mese e lo farò fino a quando il lavoro non sarà portato a compimento ed esattamente (essendomi dato delle scadenze) tra 145 giorni 2 ore 57 minuti 40 secondi (contatore aggiornato a questo preciso istante). Da quello che posso vedere penso che riuscirò a rispettare i tempi stabiliti e forse riesco a terminare il lavoro anche in anticipo visto che in questi ultimi mesi ho accelerato e sto dedicando ancora più tempo al mio nuovo progetto che come ben sapete è entrato in FASE CINQUE, la fase del mixaggio dei pezzi, che comprende anche riascolti e scrittura o variazione di qualche parte. Per adesso vi posso solo dire che ho fatto 10 pezzi (alcuni sono ancora in fase di definizione per quanto riguarda fraseggi di chitarra ritmici e solisti) tutti completamente e volutamente diversi l’uno dall’altro e tutti completamente strumentali. Ho cominciato anche a buttar giù qualche idea per la grafica del mio lavoro ma sono ancora all’inizio e anche se ho bene in mente quello che voglio realizzare ancora non sono pronto per partire con l’idea e svilupparla fino alla fine. Della parte grafica comunque mi occuperò più avanti visto che ho anche la fortuna di essere aiutato da un king della grafica italiana, anzi dal king della grafica italiana. Ma di questo vi parlerò durante i prossimi mesi. Anche oggi ho lavorato intensamente al mio lavoro e mi sono concentrato sulla batteria di un pezzo, cercando di capire la differenza tra “pull” e “push” per quanto riguarda il “feel” della batteria. Io vengo dal mondo del djing ed esattamente dal modo hip-hop, quindi il mio orecchio è allenato ad ascoltare campioni di batterie che sono cosa ben diversa dal far suonare una batteria vera con tutti i suoi infiniti tocchi e accenti. E si, suonare la batteria e difficile ma suonarla bene è difficilissimo ed io lo sto capendo proprio in questi mesi perché stò riascoltando e mixando le batterie che ho fatto (o meglio le batterie che ho programmato da suoni veri) per i miei pezzi. Oggi pomeriggio preso da un attimo di sconforto in quanto non capivo (e non sentivo) alcune cose ho chiamato il mio caro amico e batterista super professionista Tommy Graziani il quale mi ha illuminato sul mondo della batteria partendo dal “click”. Domani passerò sicuramente la giornata a mettere a punto le batterie dei miei pezzi anzi, siccome mi conosco molto bene, sicuramente tra 10 minuti mi infilo la cuffia e comincio subito fino ad azzerare la batteria del mio Mac! Che altro dire, in settimana dovrei riuscire a registrare le ultime parti di chitarra (ritmiche e soliste) con un altro king che mi sta dando una grande mano a realizzarle e che è dotato di una preparazione tecnica e di un tocco incredibilmente fantastico. Lui si chiama Fausto Comunale ed è un professionista della chitarra (e non solo). Detto questo vi saluto e torno nel mio mondo fatto di musica. Il lavoro da fare è ancora tanto e domani si ricomincia (anzi subito!). Yo!

 

adrianomaria
Ho sempre ascoltato musica senza preclusioni di genere, mosso solo dall’entusiasmo e dalla curiosità di conoscere, scoprire, andare oltre. Etichette e classificazioni non mi hanno mai limitato nella scelta, le ritengo necessarie solo per catalogare e “mettere a scaffale”. Adriano Maria classe 1965. Autore, compositore, musicista, dj. Nel 2016 autore/compositore dell'album ZeroVenticinqueCinquanta su etichetta IRMA Records. L'uscita del nuovo album è prevista per il 24 Settembre 2019 su tutti i digital store ed in seguito su cd in 100 copie sempre su etichetta IRMA Records. Stay tuned, yo!!!
Bassi
Batterie