Gennaio 2016: parte due

Oggi nel primo pomeriggio insieme al mio amico e super fonico Marco Chiussi da Correggio mi sono recato a Bibbiano (paese della provincia di Reggio Emilia) a casa di Glauco Caminati per registrare una parte di fisarmonica che ho scritto per una delle mie tracce. Glauco l’ho sentito suonare in una sera di fine estate in teatro a Bibbiano con un gruppo di nome Officina del Battagliero invitato dalla mia amica Marcella. Sono rimasto colpito da quel gruppo perché riproponevano vecchi successi di Tienno Pattacini e suonati proprio alla Tienno Pattacini. In quel periodo particolare ero intento a scrivere proprio una parte di fisarmonica in una mia traccia e durante la serata ascoltando quell’uomo che con la sua fisarmonica mi ha fatto arrivare in cielo, ho subito espresso un desiderio: voglio che Glauco suoni la parte che ho scritto con la sua fisarmonica. Dopo qualche telefonata a Marcella ho ottenuto il numero di telefono di Glauco e una settimana dopo ero a casa sua dove sono stato accolto con grande calore. Abbiamo parlato per circa un’ora di argomenti vari e dopo gli ho fatto sentire un po’ di cose che avevo scritto ed in particolare la traccia di fisarmonica a cui stavo lavorando e che era quasi terminata. Glauco l’ha ascoltata, ha imbracciato la sua fisarmonica cromatica e ha cominciato a suonare la parte che avevo scritto accennando la melodia. Non posso descrivere la mia emozione nel sentire una cosa scritta da me e suonata da un musicista come non ce ne sono più tanti in giro, con naturalezza e rilassatezza il mantice si apriva e si chiudeva e come per incanto le note scritte da me risuonavano dentro la stanza ed io non stavo nella pelle. In verità vi dico che mi sono proprio commosso. Finite queste prove ho chiesto esplicitamente a Glauco se fosse interessato a risuonarmi la parte dal vivo con il suo strumento. Lui mi ha risposto che ci avrebbe pensato ma nel frattempo ha voluto che gli lasciassi lo spartito e che ci saremmo risentiti. Dopo qualche giorno l’ho richiamato e mi ha detto che la cosa si poteva fare. Gioia immensa!!!. Sono tornato a casa di Glauco, questa volta con Margherita, la mia compagna, e abbiamo fatto qualche prova con la base che avevo registrato su un cd. Anche quel pomeriggio è stato un pomeriggio che mi rimarrà sempre impresso nella mente, seduto ad ascoltare le note che uscivano da quella fisarmonica in compagnia della mia compagna. Bellezza vera. Oggi, dopo qualche telefonata di accordi sono stato a registrare la fisarmonica. Missione compiuta e riuscita perfettamente. Ho portato a casa tante tracce eseguite con questo strumento, ognuna diversa dall’altra ed ognuna suonata in modo diverso. Il mio amico Marco Chiussi mi ha dato un grosso aiuto nel registrare il tutto ed in presa diretta. Io sono rimasto seduto in disparte ad ascoltare quello che stava succedendo estasiato dalla magia di quelle note che uscivano da quella fisarmonica cromatica suonata magistralmente dalle abili ed esperte mani di Glauco Caminati e come di consueto ho scattato qualche foto per ricordare questa indimenticabile giornata invernale passata insieme e scaldata dalla musica. Il mio lavoro stà finalmente per vedere la luce. Yo!

 

adrianomaria
Ho sempre ascoltato musica senza preclusioni di genere, mosso solo dall’entusiasmo e dalla curiosità di conoscere, scoprire, andare oltre. Etichette e classificazioni non mi hanno mai limitato nella scelta, le ritengo necessarie solo per catalogare e “mettere a scaffale”. Adriano Maria classe 1965. Autore, compositore, musicista, dj. Nel 2016 autore/compositore dell'album ZeroVenticinqueCinquanta su etichetta IRMA Records. L'uscita del nuovo album è prevista per il 24 Settembre 2019 su tutti i digital store ed in seguito su cd in 100 copie sempre su etichetta IRMA Records. Stay tuned, yo!!!
Bassi
Batterie