Febbraio 2016: inizio mastering

Ieri pomeriggio dopo aver preso un buon caffè mi sono recato presso il Blue Beet Studio da Lucio Boiardi Serri, a Reggio Emilia, dove abbiamo cominciato la fase finale del mio progetto: il mastering di tutti i pezzi. Non conoscevo Lucio ed il suo studio ma tutti i musicisti con cui ho avuto modo di lavorare per questo mio progetto me ne avevano parlato sempre benissimo e dopo un incontro di qualche mese fa ho deciso di affidare a lui il lavoro del mastering di tutto il mio progetto. Non mi sono sbagliato, Lucio ha un orecchio quasi “assoluto” ed è un vero professionista e sempre disponibile a risolvere piccoli (e grandi) problemi per far suonare sempre al meglio i progetti dove mette le mani. Per me ieri è stata un’altra bella e costruttiva esperienza perché ho imparato tante cose sui suoni e su come si fa a farli suonare veramente bene. Durante questa prima fase del mastering Lucio mi ha spiegato tante cose a riguardo e mi ha corretto alcuni piccoli errori commessi in fase di mixaggio dei pezzi (molti dovuti alla mia inesperienza). Tornato a casa ieri sera ho riascoltato tutti i pezzi (come mi ha consigliato Lucio) e mi sono segnato su un foglio tutte le piccole modifiche da apportare e che secondo me vanno apportate per far suonare al meglio tutte le tracce. Sicuramente dovrò riaprire qualche traccia (forse un paio) per intervenire ancora sul mixaggio prima di poter rifare il relativo mastering ma parliamo di piccolissimi interventi che avevo già in mente e che anche Lucio mi ha fatto subito notare. Comunque in generale sembra filare tutto liscio e tutti gli strumenti suonano e sono al posto giusto. Anche se non ci sono regole vere e proprie per quanto riguarda la scelta del suono ed il modo in cui farlo suonare, esiste una regola ben precisa: per fare un buon mastering bisogna aver fatto un buon mixaggio. Indipendentemente dai suoni scelti e dagli strumenti utilizzati. Tra qualche giorno mi chiuderò ancora in studio con Lucio e concluderemo tutti i mastering per poi finalmente andare in stampa. Contemporaneamente il progetto grafico avanza e presto sarà pronto. Dopo 3 anni di duro lavoro in questo momento sono un po’ stanco ma manca davvero pochissimo alla conclusione di questo mio progetto creato da zero e realizzato interamente da me in tutte le sue parti, compreso il sito web che sto rifacendo in questi giorni https://www.adrianomaria.it e questo blog che è già attivo e funzionante da inizio lavoro. Che dire ancora? Niente, attendo di rientrare in studio per finire il mio lavoro e potermi dedicare a quello nuovo che ho già in cantiere!

 

adrianomaria
Ho sempre ascoltato musica senza preclusioni di genere, mosso solo dall’entusiasmo e dalla curiosità di conoscere, scoprire, andare oltre. Etichette e classificazioni non mi hanno mai limitato nella scelta, le ritengo necessarie solo per catalogare e “mettere a scaffale”. Adriano Maria classe 1965. Autore, compositore, musicista, dj. Nel 2016 autore/compositore dell'album ZeroVenticinqueCinquanta su etichetta IRMA Records. L'uscita del nuovo album è prevista per il 24 Settembre 2019 su tutti i digital store ed in seguito su cd in 100 copie sempre su etichetta IRMA Records. Stay tuned, yo!!!
Bassi
Batterie